Perché la Legge di Attrazione è infallibile

Centinaia di articoli dedicati alla Legge dell'Attrazione

Perché la Legge di Attrazione è infallibile

Legge Attrazione funzionaLa Legge di Attrazione funziona veramente? Essa fa sì che, ogni volta che abbiamo un  nuovo desiderio, non appena il pensiero nasce nella nostra mente una rappresentazione fisica di quell’intento inizia a esistere. Ciò significa che il mondo attorno a noi, cioè la realtà che percepiamo, comincia a modificarsi a seconda della forma che quel desiderio vuole darle. Questo meccanismo è infallibile e agisce senza sosta e a prescindere dalla nostra volontà, è il collante tra le immagini del futuro che la tua mente crea e le esperienze che vivrai sulla tua pelle.

La nostra percezione di successo o fallimento è, però, tarata solo sulle evidenze fisiche: per esempio, se il mio intento è trovare una nuova casa dove andare a vivere nel maggior comfort possibile, penserò di esserci riuscito nel momento in cui ci sarò dentro a osservare le pareti, gli spazi che ho intorno, a sentirne i rumori e gli odori e a percepire di essere finalmente a casa. Solo in quel preciso istante avrò l’assoluta certezza di avere avuto ciò che desideravo.

Questo è il più grande ostacolo da superare per chi vuole dare una svolta alla propria vita e una grande accelerata ai propri risultati. E’ un cambio di paradigma che devi fare. L’idea che si debba attendere un’evidenza fisica per potersi dire “Ecco, è successo davvero, il mio intento è compiuto!” è fuorviante e, soprattutto, rischia di vanificare tutto ciò che fai di buono per raggiungere quel determinato traguardo.

Ti devi sentire così bene PRIMA che ciò che vuoi sia accaduto.

Quando dentro di te hai emozioni davvero allineate con il tuo desiderio, che cosa accade? Pensaci… al di là di una generale e diffusa sensazione di benessere e soddisfazione, che già da sé varrebbe il prezzo del biglietto, cominci ad agire non per causare quell’evento, ma come conseguenza di quell’evento! Quindi, ti comporti, parli, scegli, decidi, ti muovi, organizzi, progetti… esattamente “come se” quell’evento fosse reale.

E quando lo fai… riesci a indovinare la magia che accade? Il mondo che hai intorno e la realtà che crei ti rispondono… e lo fanno nell’unico modo possibile: rispecchiandoti, risuonando con te e sulla tua stessa lunghezza d’onda. La realtà che hai intorno, a differenza della nostra mente, non ha giudizio, non sceglie, non vive secondo criteri duali e contrapposti di “bello/brutto” oppure “giusto/sbagliato”: è come uno specchio, un muro che può solo generare un’eco. L’eco, appunto, delle tue immagini mentali e delle tue emozioni. Per questo è così importante stare bene ora e non avere bisogno di motivi affinché sia così.

Non prendertela quindi mai con qualcosa che è al di fuori di te per ciò che non hai ancora avuto: ciò è accaduto solo perché dentro di te non l’hai ancora creato e mantenuto vero abbastanza a lungo. Se ti focalizzi sul fatto che ancora non è successo, lo specchio di cui abbiamo appena parlato ti restituisce indietro una realtà in cui quell’evento, appunto, non esiste.

E’ qualcosa che va al di là del pensare positivo, è vivere in anticipo, creare prima nella mente e poi nel mondo fisico, sentire le cose come avvenute dentro di te ancora prima che lo siano fuori. Fallo e avrai tutto ciò che ora dici di volere…

A sorpresa (anche mia! :D) la prossima settimana darò il via a una nuova edizione del mio Seminario interamente dedicato alla Legge di Attrazione. Poiché voglio un’esperienza ancora più dettagliata e intima per tutti i partecipanti, il numero di posti disponibili è ulteriormente ridotto ai primi 10.

SE VUOI PARTECIPARE LEGGI LA DESCRIZIONE QUI

e scopri come contattarmi per sapere se ci sono ancora posti disponibili.

 

11 Responses

  1. Alfonso ha detto:

    Direi che questo è il fulcro di tutta la LOA, agire “come se” il mio desiderio fosse già avvenuto, motivo per cui io mi comporto e agisco di conseguenza. Davvero, un bel pensiero…peccato però che rimarrà sempre un bel pensiero e che solo raramente potrà funzionare.
    Mi spiego. L’essere umano è soggetto a mille desideri contrastanti, che sono però il frutto della sua vita sociale, di relazione, professionale, educativa, culturale, ecc e di tutte quelle componenti che lo hanno in qualche modo formato e predisposto alla vita di tutti i giorni.
    Questo vuol dire che tutto ciò che vive lo condiziona e rende dipendente da quel contesto, che sia un contesto sociale, ambientale o anche solo mentale. Lo rende in qualche modo “schiavo” di ciò che è e di ciò a cui appartiene. La LOA ci insegna che, per cominciare un processo inverso, bisogna prima visualizzarlo dentro di noi e fare in modo che diventi così reale che tutti i nostri pensieri saranno votati a compiere quelle azioni che alla fine ci porteranno a concretizzare il nostro sogno.
    Ma qui sta il punto. Se io vivo una realtà da sogno, fatta di beni materiali, relazioni affiatate, un lavoro che mi piace e mi soddisfa, allora proverò determinate emozioni che, qualitativamente, non possono essere paragonate a quelle emozioni che io provo semplicemente immaginando la realtà che vorrei vivere.
    In altre parole, l’essere umano interagisce con la natura attraverso i 5 sensi. Di conseguenza, io scateno dentro di me le mie emozioni solo attraverso ciò che vedo, sento, odoro, gusto e tocco. Non potrebbe essere altrimenti, anche se la nostra mente è in grado di farci provare emozioni nuove, sulla base dei nostri ricordi e sulla base di ciò che vorremmo si realizzasse nella nostra vita.
    Ma, queste “emozioni mentali” non possono essere nemmeno lontanamente paragonate a ciò che io provo concretamente, sia perché queste immagini mentali non durano tanto se non frazioni di secondo o pochi minuti sia perché sono emozioni falsate dal mio desiderio.
    Io non posso sapere che cosa si prova al volante di una Ferrari, perché non l’ho mai guidata né ci sono salito sopra. Di conseguenza, le mie emozioni mentali non hanno nulla a che vedere con ciò che proverei direttamente se guidassi davvero una Ferrari.
    Ecco il paradosso a cui la LOA si ostina a soggiacere. Tutti i formatori si dilungano su questo aspetto, ma NESSUNO è mai riuscito a fornire un’alternativa valida.

    • Francesco ha detto:

      Buongiorno Alfonso,

      grazie per il tuo commento.
      In realtà c'è un presupposto su cui basi il tuo articolato ragionamento che non mi trova d'accordo. Infatti, puoi provare emozioni qualitativamente identiche se non migliori anche semplicemente immaginando un evento futuro. Per il tuo cervello, viverlo realmente o immaginarlo è la stessa cosa, nel senso che si attiva nel medesimo modo. Le emozioni puoi "generarle" e non hai bisogno dei sensi per farlo. L'esempio ce l'hai con i sogni… non hai mai sognato così tanto da emozionarti per ciò che accadeva? Eppure… i tuoi sensi erano "spenti", in quel momento, non stavi realmente correndo, o nuotando, o cantando o viaggiando, però provavi emozioni congruenti con attività che NON stavi facendo…
      Ti lascio questo spunto per riflettere sulla interessante questione. A presto.

      • Enrico ha detto:

        Ma quando si sogna diciamo che si "scende nel profondo". Io seppur lo voglia, non riesco a chiudere gli occhi e immaginare ciò che voglio, perchè rilassandomi la mente divaga e non riesco a concentrarmi solo su ciò che voglio. Non riesco a creare un "sogno lucido" diciamo… e neanche solamente a immaginare ciò che voglio. Vedo semplici immagini che non mi provocano niente, non riesco a scendere nel profondo immaginando delle cose che immagino perchè obbligo la mente a immaginarle..
        Non so se mi spiego

        • cristina ha detto:

          Enrico… vuol dire che non hai desideri? E’ il tuo intento che ti guida, io personalmente ringrazio l’universo per ogni giorno avuto… della salute, bellezza, giovinezza, sensibilità, l’intelligenza e l’opportunità, nonché della fortuna che mi offre ogni giorno della mia vita. L’emozione che mi crea questa gratitudine mi si espande intorno e mi torna dandomi realmente tutto questo.

  2. Jessica ha detto:

    Quanto è vero ciò che scrivi Francesco… e quanto è bello creare consapevolmente la propria vita. Grazie per aver incrociato il mio cammino… 🙂

  3. jared ha detto:

    Riguardo il commento di Alfonso vorrei rispondere con una mia esperienza visto che da un paio di mesi ho imparato una tecnica per togliere le emozioni limitanti o pensieri negativi, questa tecnica e eft e funziona alla grande con la legge di attrazione 🙂

  4. Gina ha detto:

    Ecco perché la legge di attrazione non funziona con tutti. Non è per niente facile agire come se le cose fossero già avvenute.

    Finché si tratta di immaginarle e provare gioia ok non é difficile, anzi, ,a poi agire come aver già ottenuto come si fa? Impossibile…

    Per favore Francesco fai un esempio pratico. Grazie.

    • Francesco ha detto:

      La Legge di Attrazione funziona "con tutti" perché non è dotata di "interruttore" per spegnerla e accenderla. La nostra realtà esteriore è SEMPRE una rappresentazione di ciò che interiormente abbiamo creato e mantenuto vivo. Agire come se "le cose" fossero già avvenute significa semplicemente sviluppare e attuare un senso di "certezza" relativamente a ciò che vuoi! Se pensi ad esempio a un cambiamento interiore che una persona vuole ottenere (es: essere più sicuro di sé), niente di impedisce di cominciare subito a comportarti come se lo fossi. E ciò è di certo possibile…

  5. Luca Bipero ha detto:

    E proprio vero comunque… Bellissimo articolo, complimenti all'autore!

  6. Ilaria ha detto:

    Aiutatemi….. Io voglio riprendermi l amore della mia vita… Ma gli ostacoli mi abbattono anche nel mio cuore vi credo che torna da me…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *